Apnea notturna rimedi e terapie sostitutive

Apnea notturna rimedi e terapie sostitutive

SHARE

I disturbi del sonno come l’ apnea notturna hanno diverse cause, che in alcuni casi possono essere risolti con dei semplici rimedi e terapie in cui non è necessario l’intervento del medico.

I pazienti affetti dal disturbo dell’apnea notturna sono numerosi e per questo motivo è importante indagare su quali siano i rimedi e/o terapie per porre un freno al problema e ristabilire una buona qualità del riposo notturno fondamentale per la salute dell’organismo. Vediamo dunque quali rimedi usare contro l’apnea notturna.

apnea notturna rimedi

Apnea notturna rimedi e terapie consigliate

Riposare bene è il requisito fondamentale per affrontare nel pieno delle energie le ore diurne, ma non solo, è anche fondamentale per mantenere inalterati importanti equilibri nell’organismo che si scompensano proprio a causa di disturbi come l’apnea notturna. Per l’apnea notturna esistono opportuni rimedi studiati sia per intervenire nei casi più gravi sia per agire su fastidiosi episodi sporadici.

Rimedi farmacologici all’apnea notturna

Quando si soffre di frequenti episodi di apnea notturna l’intero organismo è a rischio, vengono compromesse la funzionalità cardiaca, quella respiratoria, quella metabolica, per non parlare poi dei gravi risvolti sulla sfera psichica e neurologica. In questi casi è opportuno consultare medici specializzati nella cura dell’apnea notturna e sottoporsi quanto prima ad una visita presso specialisti in otorinolaringoiatria in quanto nel caso di un’ostruzione respiratoria potrebbe risultare necessario sottoporsi ad un intervento di tonsillectomia per eliminare, appunto, l’ostruzione che impedisce il passaggio dell’aria durante le ore della notte.
Nel caso si tratti di pazienti in sovrappeso è invece opportuno agire sulla correzione della dieta, limitando il consumo delle calorie grazie a cibi ipocalorici, l’obesità è infatti stato dimostrato che sia una delle principali patologie responsabili dell’apnea notturna.

Il medico specialista ricorre per curare l’apnea notturna a terapie a base di farmaci stimolanti che hanno il compito di agire sulla funzionalità dei neurotrasmettitori, ecco perché è fondamentale non assumere mai sedativi se si soffre di apnea notturna.
Nei casi in cui le precedenti terapie non garantiscano un miglioramento del paziente si interviene direttamente sulla funzionalità respiratoria notturna attraverso l’utilizzo di un macchinario di ventilazione meccanica che grazie all’immissione di aria attraverso il naso mediante un’apposita mascherina garantisce un flusso d’aria costante che mantiene aperte le vie respiratorie superiori eliminando così gli episodi di apnea notturna.

Quando è necessario trovare un rimedio all’apnea notturna

Quando si lamentano spossatezza, sonnolenza diurna e nervosismo spesso la causa è da ricercare nel mancato riposo notturno di cui è responsabile l’apnea notturna.

Per porre un rimedio a questo problema è opportuno modificare alcune cattive abitudini e prestare attenzione a dettagli che, se in apparenza possono sembrare insignificanti, in realtà risultano essere molto importanti per il corretto riposo.

E’ importante in principio agire sulle proprie abitudini quotidiane, modificando se necessario l’alimentazione favorendo dunque il consumo di cibi ipocalorici, i pasti inoltre andrebbero consumati alcune ore prima di mettersi a letto.

Per superare l’apnea notturna è bene evitare il consumo di alcolici e smettere di fumare o quanto meno non farlo nelle ore che precedono il sonno. Tra i rimedi al disturbo dell’apnea notturna vi è inoltre quello di sostituire il proprio guanciale con uno più alto che permetta una maggiore pervietà delle vie aeree durante le ore notturne favorendo la respirazione. Anche la posizione in cui si dorme ha la sua importanza, se si soffre di episodi di apnea notturna è opportuno evitare assolutamente la posizione supina e favorire invece il riposo su un fianco.

Curare l’apnea notturna con opportuni rimedi è molto importante per limitare i rischi a cui va incontro l’organismo a causa del deterioramento della qualità del sonno.

Quando i rimedi non sono sufficienti per eliminare il disturbo dell’apnea del sonno è bene sottoporsi a controlli specifici presso medici specialisti che possano dove necessario intervenire con la prescrizione di terapie farmacologiche mirate.

I farmaci impiegati per la cura dell’apnea del sonno agiscono come stimolanti del sistema nervoso centrale favorendo la comunicazione fra il cervello e il sistema respiratorio.

SHARE