Dormire troppo causa mal di testa e depressione

Dormire troppo causa mal di testa e depressione

SHARE

Il ciclo del sonno è un processo molto importante della vita di tutti gli individui, il corretto riposo regola le funzioni fisiologiche più importanti e garantisce il benessere dell’organismo, ecco perché dormire troppo fa male e la sua eccessiva durata non sono non è salutare ma espone a rischi seri per la salute.

dormire troppo fa male

Dormire troppo fa male

Numerosi studi scientifici hanno affrontato l’argomento relativo al ciclo del sonno e alla qualità di quest’ultimo e univocamente si è giunti alla conclusione che siano sette ore di sonno profondo e regolare per garantire il massimo del benessere psico-fisico. Ciò che non tutti sanno è che non è solo quando si dorme poco che si corrono rischi, infatti anche dormire troppo fa male e crea gravi scompensi nell’organismo.

Dormire troppo comporta diversi rischi

Dormire troppo fa male all’organismo per diversi motivi, escludendo patologie conclamate collegate al ciclo del sonno, è opportuno prestare attenzione alle ore che si trascorrono a dormire, se queste superano le otto o addirittura nove ore è bene intervenire.

Dormire troppo fa male è i principali rischi  possono essere suddivisi in più e meno gravi e ciò dipende anche dalla soggettiva reazione dell’organismo e dalle specifiche predisposizioni fisiologiche.

Tra le più comuni conseguenze negative dell’eccesso di ore di sonno sono:

  • Emicrania
  • mal di schiena
  • nervosismo
  • irritabilità appena svegli
  • sonnolenza diurna
  • depressione

Rischi ben più gravi per chi dorme troppo riguardano le funzionalità celebrali che molti studi scientifici hanno accertato vengano ridotte a causa delle troppe ore di sonno. Inoltre dormire troppo aumenta il rischio di incorrere nel diabete o in altri disturbi legati alla scorretta tolleranza al glucosio.

Dormire troppo fa male anche alle donne che cercano una gravidanza, infatti il troppo sonno agisce alterando la secrezione ormonale e condizionando il ciclo mestruale. Da non trascurare il rischio che corre il cuore se si dorme troppo, è stato conclamato che troppe ore di sonno portino a sviluppare più facilmente malattie cardiache e problemi alle coronarie fino addirittura a favorire l’insorgere di infarto e ictus.

Come intervenire se si ha l’abitudine di dormire troppo

Alla luce dei numerosi rischi che l’organismo corre se si dorme troppo, bene oltre le sette ore ritenute dagli studiosi la media perfetta, è importante premunirsi di fare gli opportuni esami per escludere serie patologie legate ai disturbi del sonno. Esistono comunque consigli e piccoli stratagemmi da mettere in pratica per migliorare quest’aspetto e favorire il riequilibrio del ritmo veglia- sonno al fine di assicurare maggiore benessere al proprio organismo.

Se i disturbi del sonno si manifestano all’improvviso è necessario consultare il medico e fare gli opportuni esami di laboratorio per verificare che non ci siano degli squilibri ormonali. Una volta che sono state escluse eventuali patologie collegate al disturbo di dormire troppo bisogna prestare attenzione alle proprie abitudini e pianificare una migliore routine che favorisca un corretto riposo ma senza esagerare.

Fissare dei veri e propri riti sia prima di andare a dormire sia al momento di svegliarsi contribuisce a regolarizzare il ciclo del sonno e ridurre i rischi per l’organismo. Un utile consiglio è quello di imporsi l’ora di andare a dormire e quella di alzarsi, bisognerebbe sintonizzare una sveglia che favorisca il risveglio in maniera gradevole ma evitare di spegnerla e sintonizzarla nuovamente ad alcuni minuti di distanza, questa pratica, infatti, è stato osservato che favorisca il nervosismo e l’irritabilità del risveglio nonché la sonnolenza diurna.

E’ noto dunque che dormire poco faccia male ma non vanno assolutamente trascurati anche i gravi rischi che si corrono se si dorme troppo a lungo. Ognuno dovrebbe occuparsi di individuare i ritmi che favoriscono un sano e benefico riposo e perpetrarli nel tempo per garantire un corretto riposo all’organismo.

SHARE