Materassi in memory foam o Materassi in lattice: quale scegliere

In un precedente articolo abbiamo visto quale scegliere tra un materasso in memory e uno a molle. Chiunque si trovi a dover scegliere quale materasso acquistare vorrebbe che il prodotto selezionato risponda alla perfezione a tutte le aspettative, dovrà essere abbastanza comodo, durevole nel tempo, ottimale per la salute e, come se tutto ciò non bastasse, dovrebbe anche assicurare un buon rapporto qualità-prezzo.

Materasso memory foam o materasso in lattice quale scegliere

E’ indubbio dunque che i produttori di materassi devono impegnarsi non poco per soddisfare i propri clienti, una sfida commerciale che per molti di questi potrebbe sembrare quasi impossibile da superare ma che invece alcuni hanno vinto a pieni voti!

Di recente si sente sempre più parlare di materassi costruiti in memory foam, la grande popolarità di questi prodotti è dovuta proprio alla loro qualità e al successo con cui giorno dopo giorno si sono fatti spazio sul mercato attuale. In un precedente articolo abbiamo recensito quelli che sono considerati i migliori materassi in memory foam, distinguendo caratteristiche e prezzo.
Nonostante il fatto che i materassi in memory foam siano molto popolari, vi sono ancora alcuni utenti che prendono in considerazione l’acquisto del tradizionale materasso il lattice, a questo proposito, in questo articolo, metteremo a confronto questi due prodotti con lo scopo di evidenziare per entrambi vantaggi e svantaggi al fine di facilitare la scelta di quanti stiano al momento valutando se acquistare un materasso in memory foam o oppure uno in lattice.

Materassi in lattice: aspetti positivi e aspetti negativi

Aspetti positivi
I materassi in lattice sono ben noti alla maggior parte delle persone in quanto hanno monopolizzato il mercato per lungo tempo, sono infatti disponibili circa dalla metà degli anni ’50 e sono considerati da allora i materassi più sani che si possa acquistare soprattutto per il fatto che il lattice è una sostanza naturale che proviene dall’albero della gomma.
I materassi in lattice inoltre sono da lungo tempo ampiamente apprezzati per la loro resistenza al punto che alcuni modelli durano fino a 15 anni o più, anche in questo caso questa caratteristica è da attribuire al lattice, il materiale utilizzato per la loro fabbricazione.
Chiunque ami dormire su una superficie tendenzialmente rigida opta nella scelta per un modello di materassi in lattice perché, sebbene questi siano in grado di conformarsi alle curve naturali del corpo, non danno quella sensazione di “affondamento” che disturba il sonno di alcuni arrecando fastidi e disagi.
Scegliere di acquistare un modello fra i materassi in lattice inoltre sembra liberare i consumatori dal rischio di portare in casa un prodotto che, da nuovo, liberi un eccessivo odore sgradevole come invece fanno altri prodotti appena acquistati.
Un altro dei vantaggi a cui si richiamano tutti coloro che optano per uno dei materassi in lattice disponibile sul mercato dei prodotti da camera riguarda il calore che non viene trattenuto rispetto ad un tradizionale materasso a molle.

Aspetti negativi

Passiamo ora a prendere in esame quelli che vengono individuati come i principali aspetti negativi dell’acquisto di un materasso in lattice.

In primis quello originale ha un prezzo considerevole che per quanto possa variare è comunque molto costoso, infatti se si acquista il materasso in lattice migliore e più naturale si spende intorno alle ottocento o mille euro.
Un altro aspetto negativo dei materassi in lattice è che non tutti i produttori dicano precisamente quale sia la quantità esatta di altri materiali utilizzati per la fabbricazione come ad esempio il carbonio o altri materiali sintetici che in definitiva rendono i materassi in lattice poco ecologici e naturali come invece dovrebbero essere.
I consumatori che si sono recati personalmente in un negozio specializzato per comprare uno dei modelli di materassi in lattice hanno inoltre lamentato la scarsa disponibilità immediata di questi prodotti che non sempre si trovano in negozio nell’immediato.

Se si soffre di gravi disturbi o forti dolori durante le ore di sonno l’acquisto dei materassi in lattice potrebbe non essere la scelta giusta dal momento che questi non sono progettati con un adeguato tipo di supporto per tali specifiche esigenze.

Materassi in memory foam: Aspetti positivi e aspetti negativi

Aspetti positivi

Prendiamo ora in esame gli aspetti positivi dei materassi in memory foam dei quali è disponibile sul mercato una vasta gamma di modelli che garantisce ai consumatori un’ampia scelta fra cui scegliere quello più adatto alle proprie necessità.
Per l’acquisto di uno dei materassi in memory foam non è necessario spendere una cifra eccessiva di denaro per essere certi di comprare un prodotto di ottima qualità, questo è possibile grazie all’ampia disponibilità del materiale utilizzato per la fabbricazione un dettaglio questo che rende questi prodotti alla portata di tutti.
Per gli utenti che sono alla ricerca di un prodotto di pregio, i materassi in memory foam sono di certo la migliore soluzione perché sono stati progettati appositamente per cullare il corpo durante le ore di riposo.

Uno dei grandi vantaggi che vengono attribuiti ai materassi in memory foam è inoltre quello di essere stati costruiti per attenuare i movimenti notturni qualora si condivida il letto con un cosiddetto “dormitore attivo”, grazie infatti alla loro composizione i materassi in memory foam attenuano i sobbalzi liberando dal problema di fastidiosi e continui risvegli durante la notte. Grazie al materiale che li costituisce i materassi in memory foam sono perfetti per conformarsi alla forma del proprio corpo aiutando chi li sceglie a sostenere i principali punti di pressione del corpo che in genere risentono durante la notte di intorpidimenti o eccessiva compressione.

Aspetti negativi

I materassi in memory foam hanno lo svantaggio, rispetto al lattice che è un materiale naturale, di essere costruiti con materiali sintetici. Tuttavia i produttori dei materassi in memory foam sono particolarmente attenti a far sì che questo non sia in alcun caso un pericolo per la salute dei propri clienti, in ogni caso al momento dell’acquisto è bene assicurarsi che il prodotto scelto disponga del certificato “CertiPUR-US”.
Per coloro che tendono a soffrire il caldo durante la notte i materassi in memory foam potrebbero non essere la soluzione più adatta dal momento che questi, per il materiale utilizzato, tendono a trattenere il calore, anche se va specificato che ne esistono di particolari modelli che sono stati costruiti con particolari tecnologie volte ad assicurare un benefico flusso d’aria ed altri che addirittura includono strati di gel per mantenere la pelle fresca.
I materassi in memory foam annoverano fra gli aspetti negativi quello di emanare appena acquistati uno sgradevole odore dovuto all’espandersi nella giusta forma della gomma piuma ed anche a causa di alcuni gas innocui che devono fuoriuscire dal prodotto.
E’ importante inoltre ricordare che la durata di uno dei materassi in memory foam è inferiore a quella di uno in lattice anche se sul mercato vi sono prodotti che vengono venduti con una garanzia fino a venti anni di durata.

Questi erano i principali aspetti positivi e negativi dei materassi in lattice e dei materassi in memory foam che possono essere utili a chiunque stia valutando quale prodotto sia meglio acquistare fra i due. Non resta dunque che leggere con attenzione le informazioni che abbiamo raccolto e procedere con l’acquisto.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *