Recensione sullo ZQuiet: il miglior dispositivo per non russare

Recensione sullo ZQuiet: il miglior dispositivo per non russare

SHARE

Con oltre 27000 annunci su Google fra le più popolari ricerche del mese, lo Zquiet è senza dubbio un prodotto estremamente popolare.

Così come altri dispositivi di avanzamento mandibolare (MAD), è stato progettato per normalizzare la posizione della mascella inferiore spostandola in avanti quanto è necessario al fine di mantenere la pervietà delle vie aeree.

Lo Zquiet è un prodotto comunque un po’ diverso dagli altri reperibili sul mercato, ormai saturo di varie tipologie di dispositivi anti-russamento, e alcune sue peculiarità gli consentono di distinguersi fra le centinaia di prodotti disponibili.

Qual’è il parere della FDA riguardo il bite ZQuiet?

Lo ZQuiet è stato ritenuto dalla FDA come un dispositivo medico di classe II. I materiali con cui è prodotto infatti sono stati certificati per la loro sicurezza e soddisfacenti sono stati i risultati che il dispositivo si prefigge di raggiungere.

La FDA è un organismo molto importante per la certificazione di moltissimi prodotti, è stata infatti istituita proprio per proteggere la popolazione da beni e apparecchi che o non funzionano a dovere o potrebbero essere potenzialmente pericolosi per la salute.

Il compito principale della FDA è perciò quello di testare i prodotti alimentari, i farmaci e tutti gli altri dispositivi presenti sul mercato per assicurarsi che essi rispecchino effettivamente ciò per cui sono stati prodotti e ciò che viene sostenuto dai produttori e dalle campagne pubblicitarie.

Informazioni sui produttori dello ZQuiet

Lo ZQuiet è stato sviluppato da Dan e Katrina Webster, una coppia che ha per anni condiviso il problema di russare, i coniugi hanno per questo motivo ideato il dispositivo antirussamento e costituito la loro azienda “Sleeping Well LLC” nel Vermont nel 2008.

Per guadagnare credibilità hanno assunto Avery Lieberman, un noto professionista che in quel momento vantava più di 20 anni di esperienza nel campo della medicina del sonno. Il trio così composto ha lavorato insieme per sviluppare il prodotto che oggi chiamiamo ZQuiet.

Che cosa rende diverso dagli altri lo ZQuiet?

Il russamento è il risultato della vibrazione dei tessuti molli nel retro della gola, lo ZQuiet è in grado di portare in avanti la mascella, allargare le vie respiratorie e ridurre, se non eliminare, il problema di russare. È stato progettato sulla base dello stesso concetto di altre organizzazioni sanitarie, ma lo ZQuiet vanta una caratteristica in più non riscontrabile in molti altri dispositivi.

La funzione a cui ci si riferisce viene chiamata “Living Hinge Technology”. Si tratta di una tecnologia che permette il movimento naturale della bocca eliminando il disagio che spesso viene creato dagli altri dispositivi Mads. A differenza di molte altre organizzazioni sanitarie che utilizzano la tecnica della bollitura dell’apparecchio per ottenere una calzata personalizzata, lo ZQuiet è già pronto per l’uso al momento dell’acquisto senza la necessità di particolari procedimenti di stampaggio su richiesta che si tradurrebbero in più lunghi periodi di attesa.

Lo ZQuiet è dotato di un nuovo e migliorato “Comfort System” progettato in 2-Step in modo da poter ottenere due differenti posizioni della mascella che si adattano a diverse esigenze personali. L’apparecchio vanta un design leggero ed è dotato dei fori per il passaggio del flusso d’aria, in modo tale da assicurare una corretta respirazione a chi lo indossa sia attraverso la bocca sia tramite il naso durante il sonno. Inoltre, come già ho già anticipato sopra, permette il corretto movimento e il posizionamento della bocca, al punto che per l’utente è possibile bere un sorso d’acqua senza la necessità di rimuoverlo.

Al momento di posizionare lo ZQuiet occorre spingerlo dolcemente sulla lingua e sulla mascella inferiore. Questo movimento consente di allargare il passaggio dell’aria nelle vie aeree superiori alleviando immediatamente le vibrazioni che determinano il russamento.

Lo ZQuiet è costruito con un materiale di ultima generazione, l’elastomero termoplastico, che non irrita in alcun modo i tessuti con cui viene a contatto, è inoltre privo di lattice e viene certificato come un dispositivo senza BPA, un pericoloso composto per la salute umana. Tutti i materiali utilizzati per la costruzione dello ZQuiet sono stati sottoposti dalla Food and Drug Administration degli Stati Uniti a severe indagini e test di verifica per garantire la sicurezza dei consumatori, ricordiamo inoltre che il dispositivo è stato accreditato anche dal Better Business Bureau.

La mia esperienza personale

Prima di utilizzare lo ZQuiet, avevo provato diversi dispositivi di avanzamento mandibolare che prevedevano l’opzione di bollitura del morso per ottenere una calzata personalizzata. In realtà devo dire che molti di questi erano davvero efficaci e per questo all’inizio avevo qualche dubbio riguardo il funzionamento di un prodotto antirussamento pronto per l’uso e non dotato di questa opzione.

Tuttavia ho deciso di provarlo quanto meno per poterlo porre a paragone con gli altri di cui già avevo fatto una diretta esperienza. Ho così deciso di effettuare l’ordine e sono rimasta piacevolmente sorpreso di averlo ricevuto appena tre giorni dopo. La prima cosa che ho notato quando ho scartato il dispositivo dal pacchetto è stata la sua leggerezza e ancora una volta, è emerso il mio scetticismo, ma ero al contempo molto curiosa all’idea di provarlo che ho riflettuto sul fatto che il suo design aerodinamico avrebbe potuto assicurare in effetti un maggiore comfort.

Ansiosa di scoprire come effettivamente calzasse in bocca, ho subito letto la guida con le istruzioni di pulizia scoprendo così che il dispositivo aveva bisogno di essere pulito solamente con del sapone delicato. Dopo averlo lavato con l’acqua calda, il prodotto è diventato ancora più morbido, ho così deciso di indossarlo subito notando nell’immediato la sua comodità. Nelle istruzioni era specificato che talvolta può essere necessario rimuovere con le forbici alcune parti, ma nel mio caso non è stato necessario dal momento che il dispositivo sembrava essere stato realizzato su misura per la mia bocca.

Prima notte

Una volta che la mia bocca si era abituata alla presenza dello ZQuiet anche la normale tendenza a sbavare è venuta meno in breve tempo. Sono rimasta colpita soprattutto dalla possibilità di poter muovere la bocca nonostante la presenza del dispositivo e sono persino stata in grado di bere dell’acqua così come sostengono le indicazioni riportate dal produttore. Rispetto ad altri dispositivi che ho provato in passato devo dire che lo ZQuiet è molto meno invasivo.

Per quanto riguarda i fori per il passaggio dell’aria questi sono larghi un paio di millimetri e questo favorisce la facilità di mantenere il dispositivo indosso per tutta la notte ritrovandolo ancora al suo posto al mattino, cosa che in passato spesso non si verificava con l’uso di altri prodotti.
Infatti, prima dell’acquisto dello ZQuiet mi capitava spesso di perdere il dispositivo durante il sonno o risvegliarmi al mattino con la mascella dolorante, anche se devo considerare che quest’ultimo disagio è comune alle prime esperienze con l’uso di un qualsiasi MAD proprio perché il dispositivo, tenendo in avanti la mascella, mette in tensione i muscoli.

La muscolatura della bocca ha necessità di abituarsi alla nuova posizione, ma finché ciò non avviene si può percepire un indolenzimento simile a quello che si prova quando si inizia un nuovo regime di allenamento dopo un periodo di sedentarietà. Al mattino, dopo la prima notte in cui ho indossato lo ZQuiet, ho pulito il dispositivo con acqua e sapone e ho lasciato che si asciugasse prima di riporlo.

La vera prova del suo reale funzionamento l’ho avuta solo in quel momento quando ho chiesto a mio marito se avessi russato durante la notte e la sua risposta mi ha davvero resa felice dal momento che sosteneva di non aver udito altro che il ronzio del ventilatore e, per la prima volta, non era stato svegliato una sola volta dal mio disturbo.

Le notti successive

La seconda notte in cui ho utilizzato lo ZQuiet ho sciacquato come il giorno precedente il dispositivo con l’acqua calda per ammorbidirlo e non appena l’ho indossato ho notato che la mia bocca si era già abituata a questo corpo estraneo data la minore tendenza che avevo a sbavare. Al risveglio dopo la seconda notte il dispositivo aveva funzionato alla perfezione impedendomi di russare ed io, proprio come il primo giorno, al momento di togliere lo ZQuiet ho percepito lo stesso indolenzimento alla mascella.

Anche le altre due settimane di prova con lo ZQuiet hanno confermato i risultati positivi del primo approccio e già alla terza mattina ho notato quanto il dolore fosse diminuito rispetto alla precedente, fino a quando poi non ho più risentito di nessun indolenzimento nel momento in cui rimuovevo il dispositivo. Dopo due settimane di utilizzo posso dunque dire che lo ZQuiet è efficace e fornisce significativi risultati a lungo termine.

Rispetto ad altri prodotti che ho provato in passato, la mia esperienza con questo dispositivo antirussamento è decisamente più positiva, ho apprezzato soprattutto che grazie alla tecnologia “Living Hinge” posso tranquillamente bere senza dover rimuovere l’apparecchio. Lo ZQuiet è leggero e confortevole ed in più consente di respirare con la bocca grazie ai fori per il passaggio dell’aria. Inoltre anche mio marito è felicissimo di aver dormito senza alcun disturbo negli ultimi 14 giorni.

Aspetti positivi e negativi

Come tutti i dispositivi antirussamento, lo ZQuiet ha i suoi pro e contro. Anche se questo prodotto per me ha funzionato alla perfezione e posso dire in tutta sincerità di esserne soddisfatta, ciò non significa che sia perfetto sotto tutti i punti di vista, soprattutto perché bisogna ricordare che per quanto efficiente sia un dispositivo, è chiaro che si sta molto meglio senza! Prima di tutto occorre in qualsiasi caso acquisire familiarità con l’uso e con le caratteristiche sia positive sia negative del dispositivo orale che si intende acquistare.

Aspetti positivi

  • La tecnologia “Living Hinge” consente la respirazione e il movimento naturale della bocca
  • Il dispositivo al momento dell’acquisto è pronto all’uso senza un’ulteriore preparazione o assemblaggio particolari
  • Il materiale termoplastico non contiene BPA o lattice, ciò lo rende un prodotto che non crea irritazioni ed inoltre è durevole
  • E’ facile da pulire con del semplice sapone delicato
  • Il dispositivo orale è stato certificato dalla FDA come un ausilio medico di classe II
  • Il prezzo è adeguato alle sue prestazioni, ha un prezzo medio di 75 euro ma su amazon si trova ad a meno di 50 euro.
  • Il design del prodotto è compatto e per questo risulta comodo da indossare
  • Il dispositivo è stato sviluppato da un dentista esperto

Aspetti negativi

  • Lo ZQuiet non può essere indossato dai portatori di protesi, infatti se si indossano protesi vi consiglio di leggere il mio articolo sulle soluzioni adatte a questi casi
  • Il dispositivo ha una sola misura e non è regolabile, ciò potrebbe significare che non sia effettivamente comodo per ogni bocca. L’unica regolazione che si può apportare allo ZQuiet consiste nel rimuovere con le forbici alcune sporgenze seguendo le informazioni riportate nelle istruzione per l’uso
  • Il dispositivo può provocare indolenzimento della mandibola e probabilmente si noterà la facilità a sbavare, per lenire questi inconvenienti occorre un periodo di adattamento come viene consigliato dalle organizzazioni sanitarie
  • Le spese di spedizione del prodotto non sono rimborsabili anche se il prodotto risultasse non essere adatto per voi.
  • Alcuni utenti hanno segnalato che con un uso prolungato il dispositivo diviene eccessivamente morbido e dunque meno funzionante, motivo per cui occorre sostituito con uno nuovo. Tuttavia, bisogna precisare che tutti i dispositivi orali devono essere sostituiti dopo un certo lasso di tempo, perciò è difficile stabilire se il problema effettivamente sia del prodotto o degli utenti che, in questo frangente, hanno aspettative poco realistiche sulla durata del dispositivo

Recensioni

Dopo aver fatto chiarezza sugli aspetti positivi e negativi dello ZQuiet , ho deciso di riportare di seguito alcune recensioni di chi ha, come me, sperimentato in prima persona l’utilizzo del dispositivo orale ZQuiet. Bisogna ammettere che la maggior parte sono abbastanza positive, ma ci sono anche alcuni utenti che hanno dichiarato di aver perso dalla bocca il dispositivo durante il sonno o che questo non è durato a lungo quanto si aspettavano. Ci sono anche alcuni che hanno riferito di aver provato dolore dopo l’uso dello ZQuiet, ma realisticamente, come ho già detto sopra, questo è una spetto da mettere in conto quando si inizia ad utilizzare un qualsiasi dispositivo MAD per la prima volta.

Recensioni su Amazon Italia

recensioni bite antirussamento zquiet amazon italia

Recensioni sul sito ufficiale

“Io sono davvero soddisfatto dello ZQuiet, o forse dovrei dire che lo è ancor di più mia moglie! Mi ha fatto un po’ male i primi giorni, ma ormai mi sono abituato e non ho più alcun fastidio. Mia moglie dice che il mio russare è notevolmente diminuito anche se ancora non è del tutto scomparso, in ogni caso, lo consiglio.”- Jerry Miller

“Ho comprato lo ZQuiet per mio padre inizialmente come una sorta di scherzo. Mia madre sosteneva che nulla sarebbe stato in grado di far smettere mio padre di russare, ma con sua grande sorpresa ha dovuto ricredersi! Infatti da quando ha iniziato ad utilizzare lo ZQuiet è passato dal russare come un orso ad emettere solamente lievi suoni durante la notte. Di questo cambiamento ha beneficiato tutta la famiglia e loro per primi visto che adesso litigano molto meno e mia madre ha finalmente ripreso a dormire serenamente”.- Mordecai Levithan

“Ho utilizzato lo ZQuiet poco tempo fa e devo ammettere che per diversi mesi ne ero molto soddisfatto. Il prodotto mi ha arrecato un po’ di dolore ai denti per i primi giorni nel momento del risveglio, ma poi questo indolenzimento è venuto meno con il passare dei giorni. Purtroppo però da qualche tempo, mia moglie ha ripreso a lamentarsi perché ho ricominciato a russare. La parte inferiore del dispositivo infatti si sfila dai denti durante la notte e non mantiene più la posizione corretta che aveva inizialmente. Per questa ragione ritengo che il prodotto dovrebbe essere venduto con la possibilità di scegliere almeno fra due diverse misure, nel mio caso ne occorrerebbe ad esempio una più grande.”- David Snow

“Russavo talmente tanto la notte che mia moglie è stata costretta ad andare a dormire dalla parte opposta della nostra casa per riuscire a riposare. Questo mio disturbo ha condizionato per anni non poco la nostra vita infatti abbiamo sempre sognato di andare in crociera e quando finalmente abbiamo prenotato il nostro viaggio eravamo entrambi terrorizzati a causa di questo problema. Circa un mese prima di partire ho deciso di provare lo ZQuiet per vedere se mi sarebbe stato d’aiuto. Insieme con questo ho acquistato anche un altro paio di dispositivi orali di altre marche per poter fare il paragone e vedere quale avrebbe funzionato al meglio per me. Lo ZQuiet in una sola volta ha fatto ciò che gli altri prodotti rigidi non sono in nessun caso riusciti a fare, infatti, non solo ha eliminato totalmente il mio russare, ma al momento del risveglio ho realizzato che avevo dormito tutta la notte senza interruzioni con l’enorme vantaggio di sentirmi più riposato e sereno. Devo ammettere che c’è voluto un po’ prima di abituarmi ad indossarlo, ma si è trattato solo di pochi giorni dopo i quali non ho più risentito di alcun fastidio. Lo ZQuiet ci ha permesso di godere appieno della nostra vacanza in crociera e da quando lo utilizzo mi sento davvero meglio. Grazie!”- Gordon

“Iniziare ad usare lo ZQuiet è stato davvero un miracolo per me! Io ho smesso di russare e la mia bella moglie ha ritrovato il buon riposo notturno che da troppo tempo le mancava a causa mia. Tutto ciò che ho riacquistato grazie a questo dispositivo orale non ha prezzo per me e non trovo parole adatte per spiegare quanto bene mi senta adesso. E’ normalissimo che nei primi giorni in cui si utilizza lo ZQuiet si possa sentire di lievi fastidi e dolori alla mascella, ma per me ne è valsa davvero la pena visto e considerato tutti i benefici di ora sto godendo.”- Mike

Parliamo del prezzo

Uno dei fattori senza dubbio più positivi dell’acquistare un dispositivo orale ZQuiet è il prezzo molto conveniente. Il dispositivo infatti ha un prezzo attuale di solo EUR 39,90 (miglior prezzo su Amazon) un costo del tutto equo per il mercato. Al momento su Amazon è in vendita a meno di 50 euro.

Il trentesimo giorno dalla spedizione, se non si è provveduto a rimandarlo indietro, sulla propria carta viene addebitato il costo totale del prodotto.

Nel caso in cui l’utente non sia soddisfatto dell’acquisto può provvede a restituirlo fino ad un massimo di 45 giorni dalla data di spedizione da parte del produttore.

Conclusione

Sulla base della mia esperienza personale ed anche in base alle ricerche che ho effettuato riguardo il funzionamento dello ZQuiet non posso fare a meno di consigliarlo, è un prodotto davvero efficace per risolvere il problema di russare. Lo ZQuiet è pronto per l’uso non appena lo si riceve ed è anche abbastanza confortevole, inoltre è uno dei pochi prodotti in grado di consentire di bere mentre lo si indossa nonché di respirare attraverso la bocca senza alcuna difficoltà.

Un altro dettaglio non trascurabile è che lo ZQuiet è privo di BPA e di lattice ed è un dispositivo medico di classe II secondo la certificazione rilasciata dalla FDA e dagli altri istituti accreditati.

E’ molto vantaggiosa inoltre la possibilità di poterlo provare al modico prezzo di 9 euro prima di decidere se effettuare l’acquisto definitivo.
Per tute queste ragioni ritengo che lo ZQuiet sia un dispositivo da provare e per questo lo consiglio.

Quale prodotto acquistare e come sceglierlo?

Ogni bocca è diversa dall’altra e per questo motivo le esigenze degli utenti si differenziano fra loro per risolvere il problema di russare.
Con oltre 100 prodotti sul mercato è ovvio che la scelta del dispositivo più adeguato può risultare molto complicata fino al punto da sentirsi scoraggiati e rasseganti.

Per contribuire a facilitare questa importante decisione ho creato una tabella di confronto di tutti i bite antirussamento disponibili per l’Italia, di facile consultazione che presenta ogni prodotto e sue caratteristiche funzionali, il prezzo, i pro e i contro. Ho inoltre scritto diverse recensioni dettagliate per ciascun dispositivo che personalmente ritengo utile e per questo merita di essere acquistato.

Se si preferisce non perdere tempo a leggere recensioni, si consiglia di dare un’occhiata all’articolo di cui riporto il riferimento diretto: Il dispositivo orale che consiglio. Si tratta di una lista di tre prodotti che in base alla mia lunga esperienza considero le migliori opzioni disponibili per le persone che soffrono del problema di russare.

 

SHARE