Russare cause e rimedi naturali per smettere di russare

Russare cause e rimedi naturali per smettere di russare

SHARE

Non sono un problema di rumore, russare ha delle cause che possono essere anche alla base di altre patologie. Conoscere i rimedi naturali per smettere di russare è di fondamentale importanza non solo per il vostro partners ma anche per la vostra salute.

5122-come-smettere-russare-622x466

Rimedi per non russare – Abc del sonno

Secondo alcune fonti, il 45% delle persone adulte tende a russare di tanto in tanto, mentre la restante parte, ossia il 25% russa abitualmente.

Generalmente è più frequente negli uomini e nelle persone in sovrappeso e a sentire il parere di molti esperti, con il passare degli anni il russare peggiora soprattutto se non si adottano le giuste precauzioni.

Spesso e volentieri si tende a credere che il soggetto che russa dorme in maniera tranquilla, creando fastidio soltanto alla persona che gli sta accanto. Ma la realtà è diversa: il soggetto che tende a russare soffre di un particolare disturbo che in termini medici viene definito roncopatia.

Il rumore del russamento è dovuto alla vibrazione del palato molle che in alcuni casi può dar luogo alle cosiddette apnee notturne.

Ma se la roncopatia non è grave, ecco alcuni utili rimedi in grado di alleviare il disturbo:

  • per chi è in sovrappeso, è fondamentale seguire una dieta sana ed equilibrata. Ma a tale riguardo è consigliabile rivolgersi ad un nutrizionista o ad un dietologo, in quanto potrà consigliare il regime alimentare adatto al proprio fisico;
  • Durante le ore serali è molto importante limitare l’uso di alcolici perchè potrebbero creare dei seri problemi di respirazione, dal momento che un elevato tasso alcolemico è capace di influenzare il normale flusso dell’aria;
  • Un’altra prerogativa è quella di smettere di fumare. Infatti il fumo non solo causa problemi di russamento, ma nuoce gravemente alla salute;
  • Per favorire la digestione è molto importante scegliere una cena leggera. A tale riguardo è necessario non cenare troppo tardi e soprattutto evitare di consumare alimenti che possono dare luogo a fermentazione, come ad esempio i formaggi;
  • Infine è consigliabile praticare attività fisica per almeno mezz’ora al giorno.

Come si può constatare il russare è un problema che può essere migliorato sensibilmente se si prendono in considerazione questi piccoli accorgimenti.

Russare cause e problemi legati alla roncopatia

Sempre più spesso si sente parlare di roncopatia meglio nota come russamento, una delle maggiori cause del sonno disturbato e discontinuo. In centinaia fra uomini e donne ne soffrono, si tratta di un disturbo non solo dannoso per il riposo notturno, ma che comporta anche un disagio emotivo da non trascurare soprattuto se non si dorme soli o se si è costretti, magari per lavoro o studio a trascorrere spesso la notte fuori casa. Il russare notturno può essere occasionale, legato dunque a fattori sporadici che lo determinano, oppure cronico che nei casi più gravi da luogo a vere e proprie apnee notturne, disturbo quest’ultimo da monitorare in quanto alla lunga può arrecare danni al sistema cardiologico.

Russare: cause Le cause che determinano il russare notturno sono molteplici e possono riguardare sia uomini sia donne senza particolari distinzioni di sesso. Analizziamo nel dettaglio le principali cause del russare notturno.

Russare: disturbi al cavo orale Una delle principali cause del russare notturno è da ricercare nella conformazione o nell’eventuale presenza di patologie del cavo orale e delle vie respiratorie superiori. I soggetti che soffrono del disturbo di roncopatia infatti spesso sono affetti da deviazione nasale congenita o di natura traumatica, tonsille ingrossate, adenoidi, sinusite cronica, malformazioni del palato e anche da semplice raffreddore.

Russare: sovrappeso Il sovrappeso gioca un ruolo di prim’ordine fra le cause del russare notturno, come per molte altre patologie, infatti, il benessere alimentare e fisico dato da un appropriato indice di massa corporea è importante anche per la qualità del sonno. Essere in sovrappeso significa in questo caso soffrire di un eccessivo ispessimento delle pareti della trachea dovute all’accumulo di tessuto adiposo che agisce come un’ostruzione sulla corretta respirazione. L’aria, una volta che il cervello ha inviato al sistema respiratorio l’impulso per funzionare correttamente, cerca di passare attraverso all’ostruzione provocando in questo modo quello sgradevole suono cacofonico noto come russamento.

Russare: età Anche l’età può determinare il russare notturno che in questo caso è dovuto all’invecchiamento del sistema muscolare che rilassandosi non effettua l’opportuna contrazione per far fluire l’aria nella maniera più corretta.

Queste in genere sono le cause individuate come maggiori responsabili del russare notturno, ma in realtà esistono altri fattori esterni all’organismo che possono generare episodi di roncopatia e alterare così il buon riposo notturno proprio e di chi dorme accanto. fumo di sigaretta farmaci rilassanti alcolici cattiva digestione posizioni scorrette

Russare Il russare notturno, nemico principale delle notti di centinaia di persone, è un disturbo che va affrontato e analizzato fin dai primi episodi, infatti è necessario primariamente cercare di capire se questo sia dovuto a conformazione fisica e disturbi patologici o se sia da incriminare a cattive abitudini. In quest’ultimo caso esistono numerose soluzioni da mettere in pratica per smettere di russare, dalle terapie naturali all’utilizzo di semplici cerotti nasali fino ai rimedi più invasivi come ad esempio l’intervento chirurgico nel caso in cui si debba intervenite sull’asportazione di tonsille e adenoidi o sulla correzione del setto nasale deviato. La prima cosa da fare se si soffre di russamento notturno è prendere in esame le proprie abitudini e autoimporsi dei limiti come ad esempio ridurre le bevande alcoliche, smettere di fumare e seguire una corretta dieta alimentare, se ciò non bastasse è opportuno analizzare più a fondo il problema e ricorrere se necessario anche ad una vista medica presso uno specialista otorinolaringoiatra.

 

Smettere di russare  con i rimedi naturali

Il russare notturno o roncopatia è un disturbo che affligge moltissimi sia uomini sia donne alterando il riposo proprio e di chi dorme accanto. Per quanto possa essere dovuto a numerose cause, resta comune il fatto che lo sgradevole suono prodotto sia il risultato di un’ostruzione o restringimento delle vie respiratorie. Esistono numerosi rimedi per ovviare al problema, smettere di russare non è dunque impossibile, anzi potrebbero bastare semplici accorgimenti per ritrovare la pace di un buon sonno ristoratore.

Russare: rimedi naturali per smettere

Se le notti sono disturbate da un continuo russare la prima cosa da fare è accertarsi dell’origine del problema ed escludere cause che necessitano di un intervento invasivo. I casi in cui si ritiene indispensabile l’aiuto della chirurgia riguardano ostruzioni delle vie respiratorie da incriminare a tonsille ingrossate, deviazione grave del setto nasale, adenoidi infiammate e malformazioni del palato o delle stesse vie aeree superiori. In tutti gli altri casi è invece possibile scegliere rimedi non invasivi per smettere di russare e riscoprire il piacere di dormire serenamente.

Russare: come dormire

Il primo fra i rimedi naturali per smettere di russare è senz’altro quello di cambiare la posizione in cui si è soliti dormire. L’ostruzione delle vie respiratorie superiori, infatti, può essere dovuta ad un restringimento transitorio o congenito dello spazio in cui passa l’aria e se si dorme supini questo tende, con il rilassamento notturno, a restringersi ulteriormente, ecco perché dormire su un fianco rappresenta un’efficace soluzione al problema, in questo modo le vie respiratorie restano pervie e consentono il transito libero dell’aria.

Russare: suffumigi

Un utile risposta per smetter di russare è quella di praticare i suffumigi la sera prima di mettersi a letto. L’ostruzione nasale dovuta a raffreddori stagionali o allergici, nonché la sinusite cronica sono tra i maggiori responsabili dei tormenti notturni. Praticare suffumigi preparati con bicarbonato e acqua ma anche con l’aggiunta di oli essenziali naturali si è rivelata un ottima soluzione per smettere di russare, grazie a questa semplice pratica naturale le vie respiratorie si liberano favorendo la corretta respirazione.

Russare: cosa evitare

Il russare notturno può essere dovuto anche ad abitudini scorrette e dannose per l’organismo. Modificare con piccole accortezze la propria quotidianità potrebbe essere la tanto attesa risposta al problema. Per smettere di russare basterebbe dunque evitare il consumo di bevande alcoliche e non fumare o quanto meno ridurre in maniera considerevole la quantità, il fumo di sigaretta è infatti uno dei principali responsabili delle ostruzioni delle vie respiratorie nonché estremamente dannoso per la salute di tutto l’organismo.

Russare: cosa fare prima di dormire

Per smettere di russare gli esperti consigliano di fare una doccia calda poco prima di andare a dormire, questa semplice pratica infatti è stato dimostrato che agisca in maniera positiva su due principali fattori scatenanti del problema. Fare una doccia calda consente sia di liberare le vie respiratorie superiori grazie all’azione naturale e benefica del vapore, sia di rilassarsi e distendere la muscolatura del collo e della testa, non bisogna infatti dimenticare che il russare notturno può derivare anche da un considerevole accumulo di stress e tensione nervosa.

Russare: piccoli cambiamenti

Per smettere di russare spesso capita di ricercare le soluzioni più complesse e ritrovarsi il comodino invaso da cerotti nasali e spray terapeutici ma essere comunque attanagliati dal disagio e dalla stanchezza che deriva dalla scarsa qualità del riposo notturno. Ancor prima di acquistare prodotti parafarmaceutici occorre invece prestare attenzione al luogo in cui il problema si manifesta: il proprio letto. In tantissimi casi è stato dimostrato che il responsabile del russare notturno è il tanto caro guanciale. La conformazione fisica delle vie respiratorie cambia per ciascuno e in alcuni casi, per genetica l’aria è costretta ad attraversare un canale naturalmente più stretto, ecco perché se il guanciale è eccessivamente sottile o morbido, durante la notte, il collo assume una posizione sbagliata che incide non solo sulla colonna vertebrale ma anche sul corretto modo di respirare.

Prima di ricorrere dunque a soluzioni invasive o estreme per smettere di russare è opportuno mettere in pratica questi semplici e pratici cinque rimedi naturali che potrebbero rappresentare l’efficiente risposta per ritrovare la pace di dormire senza più russare.

REVIEW OVERVIEW
Valutazione
SHARE